Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
8 septembre 2012 6 08 /09 /septembre /2012 18:26

Nanoparticelle metalliche sono ingredienti chiave in diversi prodotti come creme solari, cosmetici, gasolio, così come mangia-odori calzini. Questo utilizzo li fa finire nel terreno, con conseguenze piuttosto preoccupanti.

I ricercatori hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences. Lo studio esamina come cresce la soia nel suolo mescolato con due comuni nanoparticelle, nano-ossido di zinco e nano-ossido di cerio. Si suggerisce che possono accumularsi nelle colture e in certi batteri che naturalmente fertilizzano suolo.

Altri studi hanno dimostrato che le piante sono in grado di assorbire le nanoparticelle in serre idroponiche, ma sul terreno la realtà è ben diversa. Patricia Holden microbiologo ambientale della University of California a Santa Barbara afferma che la maggior parte delle nanoparticelle rimarrebbero bloccati nelle argille del suolo, quindi è stata una sorpresa che erano anche biologicamente disponibili sia ai batteri e sia alle piante.

Ciò potrebbe a sua volta influenzare l'approvvigionamento di cibo. Ossido di zinco (ZnO) e ossido di cerio (CeO2) sono due materiali utilizzati per fabbricare nanoparticelle. Le nanoparticelle di ossido di zinco utilizzano, un microorganismo piccolo come un virus HIV, in grado di assorbire la luce ultravioletta senza lasciare un residuo bianco. Le particelle finiscono nelle acque di scarico e poi  vengono trasferite nei fanghi di depurazione, venduti poi agli agricoltori e utilizzati come fertilizzanti.

Holden e il suo team hanno cresciuti in serra semi di soia. Nanoparticelle di ossido di cerio  si accumulano attorno alle radici di soia e provocano una stentata crescita delle piante, mentre le colture che presentano nanoparticelle di ossido di zinco assorbono lo zinco molto di più, di piante coltivate nel terreno normale. I noduli fissatori di azoto non risultavano funzionali per l'ossido di cerio. Holden deve ancora determinare se il nano-zinco è stato assorbito tutto o disciolto in uno stato commestibile.

Le concentrazioni di nanoparticelle era in elevata concentrazione, così alta che non potevano essere ancora mantenute nell'ambiente. Inoltre, il team di ricerca ha ottenuto le  nanoparticelle direttamente dai produttori. Condizioni più realistiche comunicheranno qualcosa di più utile per la minaccia ambientale globale delle nanoparticelle prodotte.

Il nano-ossido di zinco, cambia quando  entra nei fanghi di depurazione. Lo stesso può essere affermato per il nano-ossido di cerio. Le implicazioni di assorbimento e il blocco della fissazione dell'azoto potrebbe essere stato sovrastimato. Qualunque sia il loro effetto, è chiaro che questo tipo di nanomateriali debba essere regolamentato.

 

[Wired]nanoparticelle--che-inquinano-la-soyan.jpg

Partager cet article

Repost 0
Published by giuseppebenanti.over-blog.com - dans scoperte scientifiche
commenter cet article

commentaires

Présentation

  • : Le blog de giuseppebenanti.over-blog.com
  • Le blog de giuseppebenanti.over-blog.com
  • : Aforismi, pensieri in libertà, scienze,chimica,sport,politica ma con la promessa di non rischiare di annoiare o tediare ,se possibile,i navigatori.
  • Contact

Cerca

Texte Libre